COPY RIGHT ©KRG ITALY 2018 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma - Lug 2015
INFORMAZIONI PER TURISTI E VISITATORI

INFORMAZIONI PER TURISTI E VISITATORI

Panoramica - Luoghi di interesse

Distanza tra le città
Erbil - Slemani - circa 170 km; 3 ore di auto
Erbil - Dohuk – circa 245 km; 3 ore di auto
Dohuk - Slemani – circa 340 km; 5 ore di auto

Erbil e dintorni
La cittadella di Erbil risale a 6000 anni a.C. e delinea il perimetro originario della città. Erbil è, tutt’oggi, una delle più antiche città abitate ininterrottamente al mondo.

Sami Abdul Rahman Park è un grande parco comunale costruito sul sito di una ex base militare Ba'ath.
 Qaysari bazaar è il tradizionale mercato della città di Erbil, con la vendita di articoli per la casa, alimentari, tessile, oro e souvenir.
 Minareto Sheikh Chooli, situato nel quartiere occidentale di Erbil è stato costruito dal sultano Mudhaffarudeen e risale al periodo islamico. Il minareto è il punto focale per il Minara Park recentemente sviluppato.
Castello Khanzad di Erbil – risale al periodo del Principato di Soran, in cui il Kurdistan era governato da una serie di principati.
Monastero Rabban Beya è raggiungibile da una salita di un'ora su sentieri di montagna. Ci sono due grandi grotte con incisioni risalenti al IV secolo dC.
Resort Shaqlawa, si trova 51 km a nord di Erbil, è meta di destinazione nel fine settimane e nei giorni di festa popolare, con un grande mercato di prodotti freschi.
Il burrone e le cascate Gali Ali Beg dista 130 km da Erbil, ed è un luogo popolare per i picnic. Il Bekhal Resort è un altro piccolo parco acquatico a 140 chilometri da Erbil ed a breve distanza da Gali Ali Berg.
Il Pank Resort offre piccole ville per la vacanza in un parco con giostre e attrazioni, circondato da montagne.
La stazione sciistica montana Korek, è il primo resort del suo genere ad offrire sport invernale e strutture moderne sulle montagne del Kurdistan.

Duhok e dintorni
La chiesa Saint Ith Llaha, appena ad ovest di Dohuk, è la chiesa più antica della regione e risale al 500 d.C.
Amadiyah, 90 chilometri a nord-est di Dohuk, risale al periodo assiro ed è un ex principato. Il Minareto di Amadiyah è alto 30 metri, con una vista che va dalle cime delle montagne alle valli circostanti. La cittadella si trova nella parte orientale della città di Amadiyah.

Slemani e dintorni
Il Museo di Slemani, che si trova in Salim Street, ospita reperti locali che risalgono a migliaia di anni. Si tratta di uno dei più ricchi musei della regione.
Il Museo della Casa Rossa, originariamente un centro di detenzione sotto il regime baathista di Saddam Hussein, ci mostra le condizioni di vita dei detenuti e le campagne genocide compiuti contro i curdi in Iraq.
Lago Dokan , 70 km a ovest di Slemani, è un resort con alberghi, ristoranti e chalet di vacanza.
La Diga Darbandikhan, 65 km a sud-est di Slemani, offre cabine turistiche, ristoranti e strutture per il tempo libero.
Ahmadawa, località nota per le sue sorgenti, cascate e frutteti, è una popolare fuga estiva per locali e turisti.

 

Trasporto locale
Viaggiare in auto nella regione del Kurdistan è molto semplice e generalmente sicuro. Le automobili private e driver sono disponibili, ma possono risultare costosi. I taxi sono un'opzione molto più economica e sono facilmente disponibili sulla maggior parte delle strade principali di tutte le città. Una corsa da o verso qualsiasi punto della città normalmente costa tra 3-7,000 ID e si può prendere un posto in un taxi collettivo tra una delle principali città per 10-30,000 ID a seconda della distanza. Ci sono generalmente due tipi di taxi in città. Alcuni sono dipinta di arancione e nero, mentre altri sono dipinti di un colore marrone chiaro. Quest’ultimi sono guidati da autisti controllati dal governo e generalmente sono considerati più sicuri, in quanto le auto sono di solito più recenti e anche più pulite.

Località di campagna
La regione del Kurdistan è una meta ideale per chi cerca incontaminati paesaggi di montagna e antichi siti archeologici fuori dai sentieri battuti.

Durante le lunghe e caldi estati i visitatori e gli abitanti della Regione del Kurdistan possono godere del clima più fresco delle località collinari del Kurdistan.
La città di Shaqlawa, a circa 50 chilometri dalla capitale Erbil, è alla base del monte Safeen che è alto quasi 2.000 metri. Vi si trovano diversi frutteti, un mercato alimentare, ristoranti e alberghi. Più lontano e in profondità tra le montagne e le gole, le cascate d’acqua Gali Ali Beg e Bekhal e la fonte di acqua a Jundyan offrono uno splendido scenario e un luogoo dove fermarsi e godere di un pranzo o un drink presso i ristoranti all'aperto, o semplicemente sedersi a gustare il vostro picnic in un posto tranquillo.

Fate un giro attraverso la profonda gola chiamata Gali Ali Beg, lungo la famosa Hamilton Road che passa attraverso alcuni dei più bei paesaggi del Kurdistan. Alla fine della gola si trova la città collinare di Rawandoz, che fu la capitale del principato Soran fino al XIX secolo. I visitatori a possono soggiornare in chalet o in case vacanza nel Pank Resort. Il resort ospita giostre e un giro in slitta sulle montagne russe, ed è circondato da una vista mozzafiato sulle montagne.

Al Haji Umran, dove troverete le montagne più alte della Regione del Kurdistan, è rinomato a livello locale per l'acqua termale e per il trattamento di disturbi e gli altopiani di solito rimangono verdi per tutta l'estate.

A circa 70km da Slemani, i pittoreschi laghi Dokan e Derbendikhan dispongono di cabine per i visitatori che svolgono canottaggio o nuoto. I laghi sono il risultato di dighe idroelettriche costruite decenni fa. A Ahmadawa, ad est di Slemani, zampillano diverse cascate circondate da alberi di noci, melograni e fichi, per attirare visitatori sotto la loro ombra fresca.

Nella provincia di Duhok , nel resort Silav, ristoranti all'aperto offrono una vista della vicina città antica di Amedi (Amadiyah), che si trova in cima ad un ampia pianura che si estende per due chilometri. Musulmani e cristiani hanno vissuto fianco a fianco per secoli in questa piccola città. In passato, è stato anche sede di una fiorente comunità ebraica. Amadiya offre una splendida vista sulle valli e sulle gole circostanti.

Il periodo migliore per visitare il Kurdistan è il mese marzo, quando la gente celebra il Nawroz, il nuovo anno segnato dalla equinozio di primavera, con pic-nic e balli tra le colline e le valli. Nel mese di ottobre e novembre, il clima è molto piacevole e ancora abbastanza gradevole per godere di calde gite turistiche.

Città
Erbil e Slemani hanno ciascuno un museo che offre collezioni e statue antiche, mentre il Museo Duhok mostra il folklore e il patrimonio del Kurdistan.
All'interno dell’antica cittadella di Erbil, troverete una ricca collezione di tappeti e tessuti tradizionali presso il Museo del Tessuto curdo. Il museo offre e conserva tecniche tessili delle tribù tradizionali e nomadi del Kurdistan. La cittadella offre una splendida vista sulla città.
Erbil beneficia anche di un museo archeologico e, vicino al centro città, si trova il minareto dello sceicco Chooli, costruito dal sultano Mozafared. Il parco Sami Abdul Rahman, che si estende per molti ettari, è il luogo ideale per godere di verde, pace e tranquillità senza dover lasciare la città

Slemani, capitale culturale della Kurdistan, ha un bazar vivace così come il moderno centro commerciale Altun e una pista da bowling. Nel grande parco Azadi, i bambini possono utilizzare il parco giochi, la piscina e i laghi artificiali.
Il giardino pubblico nel centro della città ospita le statue di poeti e scrittori.

Erbil è stata nominata nel 2014 capitale araba del turismo da parte del Consiglio arabo del Turismo. La città ha ospitato almeno 40 diversi eventi e attività nel 2014, che vanno dal paracadutismo al pattinaggio su ghiaccio, una maratona, oltre alle tradizionali arti culturali curdi.
Le tre città principali della Regione del Kurdistan si stanno sviluppando rapidamente e ora hanno moderni centri commerciali per i visitatori che vogliono andare nei caffè (che offrono accesso a Internet ) e alla ricerca di marchi internazionali di vendita al dettaglio.

Sicurezza nella Regione
La situazione della sicurezza nella regione del Kurdistan è molto diversa dal resto dell'Iraq. Non un solo soldato della coalizione è stato ucciso nella Regione durante la guerra in Iraq a partire dal 2003. La guardia ufficiale regionale, le forze peshmerga, sono altamente qualificate ed esperte nel garantire la sicurezza. L’Asayish ( forza di sicurezza di polizia) opera in stretta collaborazione con i Peshmerga (guardia regionale) per fornire una protezione completa contro le minacce.
Per mantenere il livello di pace in Kurdistan, ci sono posti di blocco ai confini e lungo i perimetri della città. Un sicurezza privata è consigliata per i viaggi in tutto l'Iraq al di fuori della regione del Kurdistan. Si consiglia inoltre ai visitatori di consultare le raccomandazioni di viaggio rilasciate dal loro paese di domicilio per visitare altre parti dell'Iraq.

Voli per la Regione del Kurdistan
La regione del Kurdistan ha due aeroporti internazionali: l'aeroporto internazionale di Erbil e lo Slemani International Airport. Un nuovo aeroporto internazionale è in costruzione a Duhok. La maggior parte dei voli che operano da Europa e Medio Oriente volano direttamente in Kurdistan, senza passare attraverso Baghdad.
Diverse compagnie charter operano anche voli per Erbil o Slemani.
Maggiori informazioni sugli aeroporti di Erbil e Slemani possono essere trovate sui loro siti web:
 - Erbil International Airport
  - Slemani International Airport

Percorso via terra per la Regione del Kurdistan
L’ingresso via terra nella regione del Kurdistan è possibile attraverso la Turchia. Il percorso suggerito è quello di volare a Istanbul (Ataturk Airport) e poi prendere un volo interno di due ore per Diyarbakir. (Visti turchi possono essere ottenuti al momento dell'arrivo all’ Aeroporto di Istanbul)
All’aeroporto di Diyarbakir possono essere noleggiati taxi per raggiungere il valico di frontiera di Ibrahim Khalil / Habur, il confine tra la Turchia e la Regione del Kurdistan. Molti autisti fanno questo viaggio spesso e hanno familiarità con il percorso. Si consiglia di concordare il prezzo in anticipo, (circa $150), e verificare che il conducente abbia la carta di lavoro necessaria per trasportare passeggeri oltre il confine. A causa del lungo tempo di percorrenza si consiglia di iniziare il viaggio via terra al mattino presto, con pernottamento a Diyarbakir, se necessario.
Dopo aver attraversato il confine a Ibrahim Khalil, un altro taxi vi porterà a destinazione nella regione del Kurdistan. Il tempo di percorrenza approssimativa da Diyarbakir verso il confine è di 4 ore; quindi dal confine a Dohuk è di 1,5 ore; a Erbil 4 ore; e Slemani 6 ore. Ci sono percorsi alternativi attraverso l'Iran e la Siria, ma questi sono meno frequentemente utilizzati

Valuta
La valuta locale è il dinaro iracheno.
I dollari sono ampiamente utilizzati.
I tassi di cambio a partire dal 10 marzo 2014:
1 $ = 1.162 dinari iracheni
1 Euro = 1.614 dinari iracheni
1 Sterlina britannica = 1.942 dinari iracheni

Si prega di essere consapevoli del fatto che ci sono attualmente pochi bancomat o le carte di credito. Il contante è l'unico metodo di pagamento accettato nella maggior parte di negozi, alberghi e ristoranti. Assicurarsi di prenderne abbastanza per tutte le spese, comprese il conto dell'albergo. Gli sportelli di cambio sono disponibili presso l'aeroporto, gli alberghi internazionali e negozi di scambio nei bazar.

Tempo
Mesi estivi (maggio-settembre) sono molto caldi e secchi, in particolare sulla pianura di Erbil, le temperature spesso raggiungono alti livelli anche 50 gradi Celsius. E’ leggermente più fresco di sera e nelle regioni montagnose intorno a Dohuk e Slemani. I mesi invernali sono freddi e piovosi con qualche nevicata.

 

Aeroporto Internazionale di Erbil

Aeroporto Internazionale di Suleimanyah